La girandola delle occasioni

Cari adepti eccoci oggi a parlare del portafoglio “girandola” (pinwheel) ottima suddivisone dei propri danari che coniuga alti rendimenti con importanti risultati in tema di bassa variabilità, invarianza temporale nell’investimento e tranquillità.

Questo portafoglio ben si concilia con portafogli di ampia dimensione visto il numero di asset class presenti (ben otto) ma con qualche accorgimento può essere implementato anche da tasche meno profonde.

Ma come è costruito questo portafoglio?

REIT 15% (possibile IWDP o GREIT)

Oro 10% (immarcescibile SGLD)

Bond di media scadenza 15% (Classico EMG)

Cash 10% (Conto deposito o liquidi)

Small Cap Value 10% (SPDR Small Cap Value Weighted)

Stock market USA 15%

Stock market developed ex-USA 15%

Stock Market Emergenti 10% (EIMI)

Questo portafoglio ha dimostrato grande resilienza e torna in auge vista l’ottica di scarsi risultati dei bond e paure inflazionistiche come il cotton club già visto in precedenza.

Possiamo tranquillamente dire di sostituire gli ultimi 3 asset con un bel ACWI anche se meno spinto sugli emergenti di modo da arrivare a 6 asset class, più complicato accorpare i bond per avere un asset in meno ed arrivare a 5. REIT e Gold invece andranno presi per quello che sono mentre le value small cap purtroppo limitano la scelta a pochi ETF value su USA come l’SPDR con ticker ZPRV.

Gira la girandola della fortuna !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.