Il portafoglio dei portafogli: la Girandola d’oro

Carissimi adepti veniamo oggi a svelare il bocconcino pregiato, l’uovo di Colombo in grado di superare ogni scossone e arrivare a destinazione in ogni caso, il nettare dell’investitore fai da te che si improvvisa gestore delle propie fortune non temendo gli imprevedibili e capricciosi mercati finanziari.

Ma di cosa stiamo parlando? Del portafoglio dei portafogli, vero e proprio Arlecchino che ha egregiamente passato tutti i test dai tempi di Abramo Lincon fino ai giorni nostri: la girandola dorata.

Infatti l’oracolo, analizzando la indubbia superiorità in termini di stabilità e prevedibilità dei rendimenti, individuava abbastanza facilmente a dire il vero nei due portafogli Golden Butterfly e Pinwheel, già analizzati in passato su questo blog, i due candidati perfetti per sostituire l’insuperabile vincitore dell’ultima dozzina d’anni, il 60-40, messo a dura prova dal rendimento dei bond al lumicino e dall’inflazione galoppante che ci alita con il suo fiato fetido sul collo rischiando di rosicchiare lauti gain accumulati con tanto sacrificio.

L’idea è semplice quanto mai attuata: prendere le asset class della pariglia vincente e farne una salomonica media.

Golden ButterflyPinwheelGolden Pinwheel
Short term bonds20%0%10%
Long Term Bonds20%0%10%
Gold20%10%15%
Large Cap20%15%17,5%
International Stocks0%15%7,5%
REITs0%15%7,5%
Emerging Markets0%10%5%
Intermediate Bonds0%15%7,5%
Cash0%10%5%
Small Cap Value20%10%15%

Da una prima rozza rappresentazione il nuovo portafoglio si compone di addirittura 10 asset class! Decisamente troppe per la maggior parte degli investitori (secondo la nostra rule of thumb servirebbe un milione di € per implementarla).

Vediamo innanzitutto come entrambi i portafogli puntino sull’oro e sulla presenza di un tilt (sovraesposizione) verso le Small Cap Value. Relativamente alle Large Cap, il Pinwheel effettua una divisione tra internazionali, USA e Emergenti che è invece assente nel Golden Butterfly. Si noti come gli emergenti rappresenterebbero solo il 10% di un indice ACWI, quindi la Girandola effettua una sovraesposizione pesante verso questa asset class, che cercheremo di mantenere se possibile. Relativamente alla differenza tra international e national, possiamo ragionevolmente accorparli in un MSCI World (anche per la mancanza di ETF ex-US sul suolo continentale) in quanto rispecchiano esattamente la proporzione attuale 70:30. Considerato infine il basso rendimento dei bond a corta durata, possiamo accorparli al cash in strumenti di liquidità generico.

Quindi:

Girandola Dorata
Strumenti di liquidità15%
Small Cap Value15%
Oro15%
MSCI World Large Cap25%
Emergenti5%
REITs7,5%
Bond Lunghi e Intermedi17,5%

Considerato che gli strumenti di liquidità possono essere assimilati al cash e che gli emergenti in portafogli più piccoli possono essere accorpati a MSCI World senza tanto pericolo in un ACWI, la Girandola versione aurea può essere replicata utilizzando 5 o 6 prodotti. Ma quali ? Vediamo nel dettaglio

Strumenti di liquiditàCash, CD, Polizze riscattabili
Smal Cap ValueZPRV
OroSGLD
MSCI World Large CapSWDA
Emerging MarketsEIMI
REITsEPRA o XDER
Bond Lunghi e IntermediXG7S o EM710

Come da copionie abbiamo una bassa volatilità del 7.6%, buone performance del 8.74% in linea con un 60-40 e massimo DD del 13%. Santo Graal eccoci !!!

Risultati complessivi qua ( per la liquidità abbiamo dovuto utilizzare un ETF che peggiora un po’ le performance complessive ma non avevamo scelta)

https://backtest.curvo.eu/portfolio/golden-pinwheel–NoIg4g9gNgJgpgOwAQAUCWCDuALOcogA0woAkgKIAMlAQgCwAyArAJoCcAHAMxGUB0AJiYBdYiArUaTAOxsAYlyG8+ARhFiJtAMooGAYToqehfmtGgGAVRV0u0yio7cOyyh3PiqtANIBZOmAAWgBswa7qFtYCHPYCXI5MyirSHlaUAmyUXEzBMSpJTNRFxSUCwuVAA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.