Brexit update – la commedia degli equivoci

Brexit-cartoon

Cari adepti nuova profezia dell’Oracolo avverata: Brexit o no Brexit, deal o no deal, l’azionario inglese continua a salire, specialmente quell’immobiliare così maltrattato da un possibile crollo delle attività oltremanica…

Ma ancora siete in tempo per salire sul treno di sua maestà. Ripetiamolo per l’ennesima volta: non è tanto importante l’UE, l’area Shengen (dove il Regno Unito non è mai entrato), la libera circolazione delle persone, la moneta unica e la partecipazione ad interminabili quanto poco utili “Consigli europei” con figure innumerevoli quanto aleatorie (chi è Tusk !?!?).

Quello che conta è la possibilità di fare business, il know-how, un impianto normativo efficiente e snello, una tassazione ragionevole, una pubblica amministrazione efficiente, una giustizia veloce e funzionante, l’apertura a capitali e beni di tutto il mondo, un’economia centrata su servizi e prodotti ad alto valore aggiunto (Che c’è e resterà, statene certi).

Basta guardare Corea del Sud e Singapore per rendersene conto….

Quindi l’unica cosa che deprime gli affari e l’attività borsistica è: la stramaledettissima incertezza che atterrisce l’investitore cuor di leprotto e cervello di pecora. Ma l’Oracolo non si lascia impressionare.  Continua l’accumulo sulle stock LSE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.