Venti di gain

Ci risiamo cari adepti! Come già nel 2015, la Russia con la sua politica espansionistica incurante del bon ton internazionale ci regala giornate di tensione con relativi scrolloni su titoli e bond da non sottovalutare. Parliamo ad esempio del sempre brillante bond Russia 2028 foriero già nella crisi di Crimea di lucrosi guadagni in conto capitale per chi ardito si spinse ad acquistare in piena crisi del rublo manciate di titoli precipitati vertiginosamente e vergognosamente in basso.

E non scordiamoci il bond Gazprom 2034 che può anch’esso regalare grandi soddisfazioni a chi è pronto all’opportunismo più bieco incurante delle ciance di politicanti da quattro soldi su sanzioni durissime e blocco dei capitali.

C’è da dire che nonostante i cali di questo ultimo mese sia il mercato russo che i bond non sono ancora a buon mercato come ce li aspetteremmo. Forse che i guru di wall street non credono ancora all’invasione dell’armata rossa in terra Ucraina ? Chissà. Noi intanto segnaliamo la possibile interessante occasione di quelle che si ripetono di rado sui mercati. Naturalmente non mancheranno aggiornamenti in caso di cali consistenti che ci permettano di assicuraci uan cospiqua rendita.

Nasdrovie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.