La farfalla d’oro

94616-bigthumbnail

Cari adepti in questi giorni di fibrillazione ci discosteremo dalle ansie e depressioni dei mercati per occuparci di investimenti sicuri e rilassanti. Proprio in questi frangenti una strategia lazy di allocation “con il pilota automatico” potrà attirare molte persone impaurite e vacillanti di fronte alle montagne russe dei mercati, fisiologiche quanto difficili da subire psicologicamente specie per i risparmiatori della domenica.

Ma ecco il cul-sulente di turno a proporre la polizza vita “sicura”, il prodotto gestito “tranquillo” e il conto deposito dagli interessi risicati ma certi, quando non il certificato (de che?) a capitale protetto o quasi…. stiamo quindi parlando di questi prodotti di cui magari anche il grande pubblico mastica qualcosa?  Assolutamente no !

Le strategie pigre (lazy) invece si basano su prodotti a bassissimo costo (già analizzati qui  e qui) ossia fondamentalmente ETF e ETC, mai proposti dai “cari” impiegati di banca in quanto non ci fanno alcuna cresta. Ecco dunque sfruttare i meccanismi di mercato per realizzare un cospicuo guadagno che sul lungo periodo (non quindi investimenti mordi e fuggi o a breve termine) garantiranno statisticamente un buon rendimento composto, che la storia ci dice essere intorno al 7-8%.

Ma veniamo allo specifico dell’asset allocation “Golden Butterfly” oggetto dell’articolo. Ebbene questo interessante modo di suddividere i propri risparmi deve il nome al grafico a torta che assomiglia proprio ad una farfalla, con una componente di oro (fisico o in prodotti ad oro fisico come l’ETF PHAU o similari).

Questi asset decorrelati garantiscono scarsa volatilità e proteggono da inflazione e fasi di rovescio dei mercati con grande resilienza, ragion per cui in questa fase se ne sente parlare in maniera maggiore che nei momenti di tempo di sereno.

Esistono varie “farfalle” ma quella classica si compone di solo tre componenti (le “ali” e la “testa” dell’insetto)

  • Global Bond 40% (qua consigliamo un bel Lyxor EURMTS Global oppure l’EUNU dell’IShares che contiene obbligazioni di tutto il mondo)
  • Azionario Mondiale 40% (Va benissimo l’Ishares All Country World o per chi può acquistare su XETRA il Vanguard ACWI)
  • Oro 20%

Comprando un po’ alla volta e ribilanciando (operazione fondamentale da effettuarsi almeno ogni anno) tra le componenti per mantenere i rispettivi pesi, questo portafoglio ha dimostrato ottime capacità di resistere alle più svariate condizioni di mercato.

Let your gain fly !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...