Go Markets Go!

Ship

Eccoci cari adepti quasi arrivati alla fine dell’anno 2018. anno come al solito ricco di sorprese, sia nazionali che internazionali. Ebbene oltre al tonfo ormai noto a tutti dei titoli di stato italici, in realtà il 2018 si chiude con un record negativo di ben altra portata, foriero di disastri futuri: l’anno peggiore sotto il profilo della cross-asset performance da oltre un secolo .

Cosa significa esattamente ? Che tutti gli asset erano (e ancora fondamentalmente sono) in bolla o comunque molto sovraprezzati, e ora iniziano a flettere. La cosa pericolosa che l’asset rifugio stavolta non c’è, l’unica cosa a buon mercato rimane il puro e semplice cash. Bond a corta scadenza USA infatti si possono comprare con tranquillità ma non proteggeranno da rovesci pesanti sull’azionario. I bund tedeschi sono anzi ancora abbondantemente in territorio di rendimento negativo.

Insomma quest’anno anche fondi molto prudenti stanno perdendo di brutto, perché la tradizionale differenziazione degli asset è sembrata non funzionare.

Non parliamo poi di bitcoin e FAANG in queste pagine ampiamente esaminati.

Il tempo dei bilanci numerici non è ancora arrivato, ma possiamo anticipare:

  • Le performance oracolari comunque positive grazie alle intuizioni tattiche di tutto rispetto
  • Le prospettive per un 2019 ancora peggiore.

Ride the storm !!!

PS: in tutto questo il vaso di coccio sembra essere proprio il Bel Paese…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...