No panic

shutterstock_1203068950

Cari adepti oggi ci troviamo ancora a predicare di bolle, neanche fossimo dei permabear costantemente a profetizzare catastrofi. Tant’è. Nonostante le pessime prospettive economiche e la botta mai vista in termini di crollo di PIL a livello mondo, le borse fanno finta di niente, con perdite molto limitate, anzi in alcuni casi con andamenti positivi come il NASDAQ 100. Ma come è possibile ? Ebbene oltre alla follia tech che spinge alcune società a livelli astrali (Come Zoom) e alla bomba FED con sempre nuova liquidità a sorreggere l’economia asfittica, subentra ora un nuovo elemento: le fintech. Sembra infatti che orde di giovani millenial si siano lasciati incantare dal danaro facile come ai bei vecchi tempi della bolla tech di inizio millennio, iniziando a speculare su Zoom, Tesla e compagnie sull’orlo del fallimento come Carnival e Hertz.

Attenzione a questa euforia irrazionale che non porta nulla di positivo. D’altronde, in certi frangenti, la FED poteva fan ben poco altro. Come ci ricorda il premio nobel Spence “in alcune situazioni i policymakers possono scegliere fra opzioni sbagliate o altre disastrose”…

noi ci teniamo molto calmi e al massimo andiamo a pescare chicche come bond IVS o azioni di REIT a sconto, rimanendo molto liquidi….

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.